Festa della Sacra Famiglia

Festa della Sacra Famiglia

Questo articolo e’ anche disponibile in: Inglese, Spagnolo

La festa della Sacra Famiglia è una parte essenziale della stagione del Natale. Chiarisce che l’Incarnazione significa non solo che la Parola Divina ha assunto un corpo umano, ma che è entrato in ogni aspetto della vita umana, compresa la vita familiar, santificandola tutta e rendendola un cammino verso la santità.

Ogni anno, subito dopo Natale, celebriamo la festa della Sacra Famiglia. C’è un motivo importante per questo. E ‘facile pensare che l’ “incarnazione” significa che Dio ha assunto un corpo umano, ovvero che è apparso in carne umana.

Natura Umana ed esperienza Umana

Ma c’è molto di più di questo. In Gesù, Dio si unisce ad un intera natura umana. Egli entra pienamente nell’esperienza umana, con tutti i suoi picchi e le sue valli. E una parte di quella esperienza umana, con una quota abbondante di picchi e valli, è la famiglia.

Gesù passò oltre il 90 % dei suoi anni in una oscura, nuda e cruda vita familiare. Anche se solo un paio di capitoli della Scrittura sono dedicati a questo lungo periodo, ciò che rivelano è significativo.

Disagi della Vita Familiare

Prima di tutto, nonostante l’immagine accattivante dei nostri presepi, il presepe originale era tutt’altro che accogliente. Una donna incinta di nove mesi percorre 75 miglia sul dorso di un asino su strade sconnesse, polverose, così lei può avere il suo bambino in una stalla piena di animali. Gli agnelli di pelouche possono essere morbidi e simpatici; le pecore vere sono sporche e puzzolenti. Poco dopo la nascita, per salvarsi devono fuggire in fretta e cercare asilo in un paese straniero dove non hanno il sostegno di amici o di famiglia . Pochi anni dopo il loro ritorno in patria , il loro figlio adolescente scompare per diversi giorni , e ne nasce una conversazione emotiva . Giuseppe è un santo , Maria è senza peccato , Gesù è Dio incarnato , ma ci sono ancora problemi , difficoltà, momenti di tensione , e opportunità di incomprensione. Benvenuti alla vera vita di famiglia.

Tutte le cose create da Dio sono buone, con gli esseri umani e la vita umana che sono molto buoni secondo Genesi 1. Eppure, nell’ assumere un corpo umano, il Verbo Divino elevo’ la sua dignità, santificandolo e nobilitandolo. Accettando il battesimo da suo cugino Giovanni, Gesù santifico’ l’acqua e, nel battesimo, ne fece uno strumento del suo potere santificante. Entrando nella vita familiare, Gesù fece lo stesso. La famiglia, fino ad allora naturalmente buona, divenne uno strumento di santificazione e di crescita nella santita’.

Da adolescente, pensavo che una seria ricerca della santità significasse abbandonare l’idea del matrimonio e della famiglia per entrare in un monastero. La santità consisteva in un sacco di preghiera silenziosa e di lavoro apostolico. La rumorosa vita quotidiana di famiglia era una distrazione da tutto questo. Il ruolo delle persone sposate era limitato a frequentare i sacramenti, obbedire ai 10 comandamenti, e arrivare in Paradiso dopo una lunga permanenza in Purgatorio.

Sacra Famiglia – Santita’ e Santificazione

La festa della Sacra Famiglia mostra quanto sballate fossero le mie idee. Essa ci ricorda che tutti gli esseri umani sono chiamati alle vette della santità. Che tutti gli stati di vita – tra cui studenti, adolescenti, e genitori – offrono abbondanti opportunità per crescere nella fede, speranza e amore. Che il nocciolo della vita familiare, se avvicinato in modo appropriato, può essere la strada per una profonda trasformazione personale e di comunione con Dio.

Pensateci. Il creatore dell’universo trascorse gran parte della sua vita umana da artigiano, a lavorare con il papà nell’azienda di famiglia e, infine a condurla da solo. Maria, la più santa e più grande di tutte le creature, ha trascorso la maggior parte del suo tempo a cambiare i pannolini, a curare la cucina e la pulizia. Il segreto della santità non è fare cose straordinarie, ma fare cose ordinarie con amore straordinario (Col 3:15-17).

Seminario e Letto di Semina

La parola seminario indica un luogo dove si semina. E ‘una serra dove, in un ambiente protetto, le vocazioni possono germogliare e svilupparsi in modo che possano essere pronte, non solo a sopravvivere nel mondo reale, ma anche a produrvi i loro frutti .
La famiglia è il seminario originale. Nella famiglia si semina la vocazione a condividere sia la santità di Cristo che della sua missione. Ironia della sorte, curare queste pianticelle fa sì che anche i genitori / giardinieri crescano assieme alle pianticelle. Così la famiglia, nel disegno di Dio, è una comunità in cui ognuno deve crescere. Forse questa e’ la ragione per cui Col 3 parla tanto di perdono e pazienza.

La conclusione è questa: noi non diventiamo santi nonostante la frenesia della vita familiare, ma proprio in essa e tramite essa.

Questo testo e’ offerto come riflessione sulle letture per la Festa della Sacra Famiglia, anno C (Sirach 3:2-7, 12-14; Sal 128:1-5; Colossesi 3:12-21; Luca 2:41-52).

L’immagine di testa e’ usata col permesso di Stéphane René’s. Per vedere altre sue belle icone, visitare http://www.copticiconography.org/Iconographer.html.

No Comments

Post A Comment