L’Umilta’ Apre le Porte

L’Umilta’ Apre le Porte

Questo articolo e’ anche disponibile in: Inglese, Spagnolo

Nel mondo alla rovescia del Regno di Dio l’umiltà apre le porte, gli ultimi saranno i primi e gli umili e miti erediteranno la terra. La mitezza non è debolezza, e l’orgoglio è un sintomo di pazzia. Questo articolo spiega perché tutte le virtù si basano sull’umiltà.

Le brave persone finiscono ultime”, dice il mondo.  “Gli ultimi saranno i primi,” risponde Gesu’.

Secondo me il Signore della creazione sa meglio di tutti chi vince davvero alla fine.  E il vangelo di questa domenica dice “chi si esalta sara’ umiliato e chi si umilia sara’ esaltato” (Lc 14:11)

Umilta’ e Mitezza

Per capire perche’ l’umile sara’ primo ed il mite ereditera’ la terra, dobbiamo essere sicuri di sapere davvero cosa siano l’umilta’ e la mitezza.

Umilta’non significa sentirsi inferiori o pensare male di se’ stessi . In realta’ vuol dire non pensare affatto a se’stessi.

Gli umili sono liberi di dimenticare se stessi perche’ sono sicuri.  Essi accettano il fatto che come creature, sono piccoli, vulnerabili, e alla fine non hanno nessun potere.  Ma sanno che esiste un Creatore che e’ grande, onnipotente e totalmente in controllo.

E sanno che sono stati fatti ad imagine e somiglianza di quel Creatore.  Questo dona loro una dignita’che non devono guadagnare e che non puo’essere loro sottratta. Anche se hanno offuscato la somiglianza divina attraverso il peccato, essi sanno che il Creatore e’ sceso dalle altezze del  cielo per divenire uomo e correggere quello che essi non potevano riparare.

Humility Opens Doors

Quindi quando commettono degli sbagli, gli umili non devono nascondere nulla. Dicono solo “Ti prego perdonami”, ringraziano Dio per la sua misericordia e vanno avanti. E quando le loro limitazioni di creature li inducono a sbagliare ancora non se ne sorprendono. Capiscono di non essere Dio.

Tutto questo sta a dire che gli umili sono in contatto con la realta’.

Se la definizione di follia e’quella di non essere in contatto con la realta’, allora il nostro mondo orgoglioso con la sua illusione che “la brava gente finisce ultima” e’ chiaramente folle.

Poiche’gli umili sono sicuri, essi sono forti.  E cosi’ non devono dar prova di nulla, non devono esibire la loro forza o usarla per dominare gli altri.  L’umilta’ conduce alla mitezza.  E mitezza non e’ debolezza.  Piuttosto si tratta di forza controllata, usata per costruire anziche’distruggere.

Umilta’, Lode e Conferma

Gli umili non sono minacciati dalla grandezza di Dio ne’ dal riflesso di quella grandezza nel talento altrui.  Infatti cio’che notano ed attrae la loro attenzione e’ la bonta’ di Dio, dovunque essa possa essere trovata.

La forma di preghiera che  rende gloria alla bonta’ di Dio, e’ chiamata lode. L’attivita’ che onora la bonta’ di Dio negli altri e’ chiamata conferma.  Gli umili gioiscono nel lodare Dio ed confermare il valore delle persone.

La ragione per cui gli umili prendono l’ultimo posto d’onore alla tavola non e’ perche’ pensano male di se stessi, ma perche’ si preoccupano di onorare gli altri. E la ragione per cui la gente chiede loro di muoversi piu’ in su e’che questa mirabile attitudine e’ rara.  Davvero si tratta di una attitudine  divina.  Questo e’ esattamente il modo in cui le tre persone divine si pongono in relazione tra di loro.  Il Padre glorifica il Figlio, il Figlio glorifica il Padre, e lo Spirito e’ cosi’ preoccupato di glorificare il Padre ed il Figlio che la maggioranza di noi davvero non sa molto di Lui.

L’Umile Ascolto

Un orecchio attento è quanto desidera il saggio” (Siracide 3:29).  Gli umili sono veramente in grado di ascoltare il prossimo con interesse e piacere genuino nella bonta’ altrui. Gli umili sono le persone che vi prestano tutta la loro attenzionee e vi fanno sentire speciali ed  apprezzati. Vi fa piacere averli vicino. Vi piace  lavorare sodo per loro.  Siete lieti quando sono onorati.

Gli orgogliosi d’altro canto sono cosi’ pieni di se stessi che le loro conversazioni divengono monologhi.  Quando parlate, non ascoltano. Stanno pensando a cosa si devono preparare a dire.   Alla fine sorridete, sbadigliate e fate del vostro meglio per allontanarvi da loro.  Avete dei gesti di impazienza quando si vantano dei loro successi. Se lavorate per loro fate il minimo richiesto mentre vi mettete alla ricerca di un altro lavoro migliore.  Cosi’ quelli che esaltano se stessi finiscono per trovarsi da soli. Al contrario quelli che si dimostrano umili, raccolgono una folla di ammiratori.

Alla domanda su quali fossero le quattro virtu’ cardinali, San Bernardo di Clairvaux rispose “umilta’, umilta’, umilta’e umilta’”.  Lo disse perche’ la parola “cardinale” viene da “cardine”. E il cardine di tutto e’ l’umilta’.  L’umilta’ apre la porta al cuore degli altri e al cuore di Dio.

Questo articolo che spiega perché l’umiltà apre le porte, perché gli ultimi saranno i primi, e perché i miti erediteranno la terra, e’ offerto come riflessione sulle letture della 22esima domenica di Tempo Ordinario, anno C (Sir 3:17-29, Sal 68, Ebr 12:18-24, e Lc 14: 1, 7-14). La mitezza non è debolezza, ma la vera forza; l’orgoglio è, d’altra parte, pazzia. Tutte le virtu’ cardinali si basano sull’umiltà.

No Comments

Post A Comment