IO SONO LA VIA, LA VERITÀ E LA VITA

Questo articolo e’ anche disponibile in: Inglese, Spagnolo

Io sono la Via, la Verità e la Vita – Cosa vuol dire Gesù Cristo quando dice questo in Giovanni 14: 1-12? Non ci sono forse molti sentieri verso Dio, molte verità?

Quante volte avete sentito parlare in questo modo: “Finché si crede in Dio e si cerca di essere una brava persona, non importa quale religione si scelga”. “Ci sono diversi percorsi che salgono sulla stessa montagna, ma tutti portano alla vetta. ”
Questa è la saggezza prevalente. E ‘ un pensiero politicamente corretto. Tollerante. Ragionevole.

Ma è sbagliato.

La Via

Gesù ha il coraggio di dire : “Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno arriva al Padre se non per mezzo di me. ”
L’autostrada che porta in cielo è rimasta chiusa per secoli . Non è stato Dio a bloccarla. Siamo stati noi. Ma le barriere che abbiamo eretto erano irremovibili. Almeno da parte nostra. Dio era l’unico che avrebbe potuto riaprire la strada.

La Verità

C’era anche un problema su verità e vita. Certo, la gente aveva le sue idee su Dio. Ma erano idee vaghe, frammentarie e piene di distorsioni. Nel mondo antico tutti sapevano che c’era un Creatore che andava onorato. Ma alcuni credevano che l’omaggio necessitasse di sacrifici umani. Inoltre la maggioranza pensava che ci fossero molti dèi. Alcuni, come Aristotele, si resero conto che ci potreva essere un Dio solo. Ma immaginavano che questo Dio fosse remoto e distaccato, indifferente alle vicende umane.

La Vita

Infine c’era la questione della vita, la vita divina. Anche gli ebrei, che erano più vicini alla verità su Dio, avevano i loro problemi. Sapevano quello che Dio chiedeva. Ma anche il migliore tra loro mancava del potere di farlo. Prendete per esempio Davide. Quando piu’ contava, si dimostrò indifeso contro il potere della lussuria, dell’inganno e persino dell’omicidio.

Gesù è la via. Infatti Egli è una strada a doppio senso. In Lui, Dio ci viene incontro, non trattenendo niente, offrendo tutto quello che è e quello che ha. Per mezzo di Lui e Lui solo, abbiamo accesso a Dio, a tal punto che ora possiamo chiamarlo Abbà, Padre.
Gesù è la verità. Non solo una parte di verità, ma l’ intera verità. Egli è la Parola definitiva e perfetta di Dio, che esprime chi è Dio, come è Dio, chi siamo, e cosa dobbiamo fare per essere salvati dalla miseria e dalla futilità.
Gesù è la vita. Egli non solo ci dà i comandamenti e dei nobili ideali, ma anche la capacità di viverli, il potere di diventare persone nuove. Quel potere è il Signore e Datore di vita stesso, lo Spirito Santo, che Gesù effonde su coloro che Lo accettano.

Opere Maggiori

Quindi c’è solo una Via, una Verità, una Vita, e un Sacerdote che offre un sacrificio perfetto per i peccati. Allora come può essere che siamo chiamati sacerdozio regale (I Pietro 2)? Come può essere che noi che crediamo in Lui ci troviamo a fare opere più grandi di Lui ? (Giovanni 14:11-12)
Semplice. Una volta che siamo stati battezzati, non c’è più una separazione tra noi, da un lato, e Lui dall’altro. Siamo battezzati in Lui, diventiamo membra del Suo corpo, così Lui comincia a vivere la Sua vita ed esercitare il Suo sacerdozio per tramite nostro.

Se Lo consentiamo, Lui userà le nostre labbra per diffondere la Sua verità, la nostra vita per mostrare la via, e il nostro amore per dare vita agli altri. E le opere che porterà a compimento attraverso di noi supereranno di gran lunga quello che ha fatto nei Suoi tre brevi anni di ministero pubblico. Saranno sfamati più affamati, più malati guariti, più libri scritti.  Imperi tirannici e atei saranno distrutti. La Buona Novella sarà predicata non solo in Galilea, ma in tutto il mondo, non solo di persona, ma toccando milioni di persone alla volta . . . attraverso la radio, la TV e l’internet.

Sacerdozio Regale

Ma l’opera più grande che Egli compirà attraverso di noi è quella di insegnarci a essere sacerdoti, a offrire il sacrificio spirituale della nostra vita ( Romani 12:2 ) al Padre per mezzo di Lui, con Lui e in Lui. Perchè il senso della vita umana è amare, e il più grande dono che abbiamo ricevuto da Lui è il potere di donare noi stessi.

Questo articolo su Gesù come Via, Verità e Vita viene offerto come riflessione sugli Atti 6: 1-7; Salmo 33; I Pietro 2: 4-9; & Giovanni 14: 1-12, sulle letture della Messa per la quinta domenica di Pasqua, anno A.