Anatomia dell’Invidia

Anatomia dell’Invidia

Questo articolo e’ anche disponibile in: Inglese, Spagnolo

L’invidia, uno dei sette peccati capitali, è diversa dalla semplice gelosia – è più oscura e molto più pericolosa. Eppure la sua perfidia può essere – ed è stata – sconfitta.

Di recente un noto CEO raccontò ad un gruppo di gente d’affari di varie nazionalità che, indipendentemente dalla loro religione avrebbero semplicemente dovuto leggere la Bibbia. Perchè? Perchè in affari il successo dipende non tanto dal capire i rapporti finanziari quanto dal capire la gente, e quando si parla di un libro che rivela i meccanismi che mettono in movimento la gente, non c’è nulla di meglio della Bibbia.

La saggezza della parola di Dio

Forse i cristiani dovrebbero prestare attenzione a quest’uomo d’affari. Spesso noi ci formiamo un’idea sulla gente affidandoci più a quello che ci piace immaginare che non alla parola ispirata da Dio. Ci aspettiamo onori ed applausi quando viviamo una vita onorabile, casta e caritatevole. Poi rimaniamo allibiti quando succede l’opposto.

Questo non successe a Gesù. Aveva letto la prima lettura di questa domenica tratta dal libro della Sapienza molto prima di iniziare il suo ministero pubblico . Sapeva che i miracoli che aveva compiuto per risanare, sfamare, liberare i poveri, gli ammalati, gli oppressi, e le parole pronunziate che guadagnavano la loro simpatia e davano loro speranza, tutto questo poteva essere visto da molti come una benedizione. Ma sapeva che per alcuni questo sarebbe stato percepito come una minaccia.

Anatomia del Male

Ciò che la gente aveva ricevuto così abbondantemente da Gesù serviva a ricordare a tutti quanto poco avessero ricevuto dai loro capi religiosi. Entrambi i testi di Sapienza e di Giacomo descrivono la dinamica interiore in gioco presso questa gente. Quando della brava gente incontra qualcuno più virtuoso prova gratitudine. Viene ricordato loro quello che possono divenire, incoraggiandoli a proseguire verso l’eccellenza. Sono contenti quando una persona virtuosa è acclamata e infatti sono loro ad applaudire per primi.

Quando invece gente malvagia incontra una persona più virtuosa s’infuria. Il motivo è che tale persona dimostra che il malvagio potrebbe essere differente. La persona virtuosa li priva delle loro scuse ed espone la loro mediocrità.Soffrono quindi un risentimento contro di lei per il suo successo. Anzichè emulare l’eroe e sforzarsi di compiere cose simili, essi cercano di distruggerla e screditare la sua opera, così da rimuovere questa imbarazzante minaccia al loro valore ed alla loro immagine.

Gelosia e Invidia

Questo va oltre quello che di solito si intende col termine di gelosia, poichè non si limita a desiderare di possedere un bene goduto da un’altra persona. Piuttosto questo tipo di gelosia conclude, spinta da pigrizia o da disperazione, che è impossibile ottenere il bene che desidera e così cerca di cancellarlo assieme alla persona che lo possiede. Questo è il vizio capitale dell’invidia e spesso impiega strategie ingegnose per abbattere la sua nemesi.

Gesù comprese tutto questo. Così nel mezzo dell’euforia generata dal suo ministero sensazionale Gesù predice che sarà torturato a morte su istigazione dei capi spirituali del suo stesso popolo.

Vincere le accortezze del mondo

Ma la Sapienza incarnata aveva un piano molto più saggio degli astuti piani dei suoi scaltri oppositori. Certo. Essi avevano studiato tutto, lui sarebbe venuto a Gerusalemme per la festa, come avrebbe fatto il procuratore romano, l’unico in grado di approvare la sua esecuzione. Avrebbero messo in piedi un tribunale fantoccio ed adunato il Sinedrio nel bel mezzo della notte. Avrebbero manipolato Pilato usando la sua paura di perdere il favore dell’imperatore.

Ma la sapienza terrena dell’invidia non può competere con la sapienza celestiale dell’Amore. Tutte le loro manovre servirono solo a far progredire i propositi del Suo glorioso piano di salvezza. Le elaborate macchinazioni di uomini malvagi fecero esattamente il Suo gioco, mettendolo in grado di vincere il perdono eterno per coloro che tramavano contro di Lui.

Romani 8, Amore e Speranza

Infatti l’Amore, come dice San Paolo in Romani 8, ha il potere di far funzionare tutto per il bene. Questa è la ragione per cui il crocefisso è l’immagine centrale della fede cattolica.È un simbolo di fede, speranza, amore. Certo, ci dimostra quanto Lui ci ama. Ma ci dimostra anche che non abbiamo niente da temere dalle tragedie e calamità che sono successe o che possono succedere, perchè se Lui può far nascere gloria dalla vergogna della croce Lui può far nascere il bene da ogni cosa.

Questo scritto si concentra sull’anatomia dell’invidia, uno dei sette peccati capitali. È diversa dalla gelosia; è più tenebrosa e molto più pericolosa. La Bibbia, sia nel Nuovo che nel Vecchio Testamento, ci fornisce alcuni esempi degni di nota e presenta l’antidoto alla malvagia dell’invidia come insegnano le letture della 25ª Domenica del tempo ordinario, ciclo liturgico B – Saggezza: 2-12-20; Salmo 54; Giacomo 3: 16-4: 3; Marco 9: 30-37.

No Comments

Post A Comment